Ripristino della legalità al San Giovanni Bosco

Ripristino della legalità al San Giovanni Bosco

Al San Giovanni Bosco di Napoli un gruppo di parcheggiatori abusivi legato al clan Contini operava sotto la luce del sole nell’area di parcheggio dell’ospedale, come fosse una vera società (rilasciava persino delle ricevute, ovviamente false).

All’interno dell’ospedale c’era inoltre un bar/pizzeria la cui gestione era affidata ad una società con interdittiva antimafia! E, come se non bastasse, c’erano anche dei distributori di cibo e di bevande senza regolare concessione, allacciati alla corrente abusivamente…

Grazie al mio intervento, unito a quello del commissario Mario Forlenza e a quello dell’attuale direttore generale dell’ospedale Ciro Verdoliva, a cui ha fatto seguito il lavoro di magistrati e carabinieri, è stato smantellato tutto.
Oggi c’è un presidio costante da parte delle guardie giurate che impedisce ai parcheggiatori abusivi di entrare nel pronto soccorso: in questo modo i cittadini e i dipendenti dell’ospedale hanno riconquistato il loro sacrosanto diritto di parcheggiare gratuitamente.

Ci dicevano che non sarebbe cambiato niente… E invece, lottando contro i criminali ed i colletti bianchi che hanno permesso tutto questo, E’ CAMBIATO TUTTO!

Leggi il post originale su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *